29 maggio 2012

MAMM'EMILIA


...alla mia terra che soffre e che amo...




"In te sono stato albume, uovo, pesce,
le ere sconfinate della terra ho attraversato nella tua placenta, fuori di te sono contato a giorni. 


In te sono passato da cellula a scheletro un milione di volte mi sono ingrandito,
fuori di te l’accrescimento è stato immensamente meno


Sono sgusciato dalla tua pienezza
senza lasciarti vuota perché il vuoto l’ho portato con me.
...

Da te ho preso le voci del mio luogo,
le canzoni, le ingiurie, gli scongiuri, 
da te ho ascoltato il primo libro dietro la febbre della scarlattina...."Erri De Luca

Nessun commento: