18 settembre 2012

"Dunque tu chi sei?..."


Il Maestro e Margherita
M. Bulgakov


" Dunque tu chi sei? 
Sono una parte di quella forza che eternamente vuole il male
 ed eternamente compie il bene"


17 settembre 2012

Copertina Incanto di cenere- Ansengard Edizioni Milano

INCANTO DI CENERE





 Fantasy narrativa ragazzi
Ansengard Edizioni

( Il Castello Editore)

Milano



10 settembre 2012

Palazzo delle Esposizioni Roma- Libreria Arion


Giovedì 13 settembre 
ore 18.00
presso Libreria Arion
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale 194 Roma
(ingresso indipendente Via Milano 15/17)

Presentazione del libro:

"Terre di mani e facce"
Di M. Romualdi
Edizioni DeAgostini


Alla presentazione sarà presente l'illustratrice del volume
Sonia MariaLuce Possentini che accompagnerà Mario Romualdi attraverso alcuni schizzi.
 




Il criterio con cui ha scelto i Paesi di cui tratta nel libro è essenzialmente legato alla omogeneità delle culture buddista e induista che caratterizzano India, Nepal, Birmania, Vietnam, Cambogia, Bhutan, Mongolia, Laos, Cina, Bangkok. L’opera comprende anche inserti che non sono rapportabili specificatamente a nessuno di tali luoghi, ma affrontano aspetti di varia natura: storici, politici, musicali, religiosi, di costume e intendono approfondire questioni particolari genericamente riferibili alla cultura del viaggiare. 
Le pagine sono arricchite da foto ed acquarelli appositamente realizzati per sottolineare alcuni momenti di vita locale.




©sonia marialuce possentini




03 settembre 2012

Cara maestra...Illustrati settembre 2012


CARA MAESTRA

ILLUSTRATI - SETTEMBRE 2012
numero dieci

LOGOS EDIZIONI




Cara maestra…
Ricordi?
In silenzio tutti in piedi
Padre nostro che sei nei cieli...
Cara maestra l’appello
e un abbecedario senza orpello.

Cara maestra la lista dei buoni e dei cattivi
Il tuo grembiule nero
Il mio grembiule nero.
Il tuo niente e il mio fiocco.

Cara maestra,
fuso pungente tra gli stipiti delle porte .
Di tutte le maestre che ho avuto, di te ricordo solo il viso.
Non ricordo il tuo nome…
Ci provo sai a ricordare?
Ma no, solo la tua immagine mi rimane.
Le tue scarpe,
la tua gonna
I capelli spettinati
lisci
sgraziati
cotonati
Com’eri brutta...
Com’eri fragile.

Quando ti ho vista all’angolo delle scale tutta intenta a colorarti le 
labbra
di una sola macchia rossa che unisce le labbra alle orecchie, 
ho riconosciuto la stessa solitudine.


Cara maestra
Ricordi?
Le parole
Le note e quel cinque nel dettato che non ho mai dimenticato.

L’apparecchio ai denti e due codini pendenti
Un fiocco rosso di raso e la paura attenta, mia cara maestra posso uscire?

Le mie ali e il tuo filo
Avere un premio o avere un castigo?
Ma la bellezza dimmi non è una questione di volo?

Cara maestra
intransigente e muta
triste e sola.

In silenzio
Tutti in piedi
Un Padre nostro
Anche per te.

© Sonia MariaLuce Possentini